Uncategorized

La Restaurazione – Intervista a cura di Gilbert Cerbara

La Restaurazione – Intervista a cura di Gilbert Cerbara

La Restaurazione è una e trina. I tre ragazzi di chiamano Corrado Turilli, Christian Carta e Cesare Scalmani.
Si tratta di un Power Trio, se ci è permessa questa definizione. I Cream shakerati con Pistols con i testi di Guccini messi giù alla Rap.
Nel 2012 hanno registrato un album dal titolo “Nella polvere”. Ora, oltre ai concerti stanno lavorando ad un altro album. Forse a fine 2016. Titolo incerto.

Carissimi. Grazie per aver accettato di rispondere alle nostre domande.

  • Che cos’è la musica per voi?
    Un pezzo d’ identità personale e collettiva, un modo d’essere, una visione delle cose un insieme di stati d’animo da esprimere.
  • Secondo il vostro parere, quali sono stati i 5 musicisti (compositori, strumentisti, artisti) più importanti della storia della musica?
    Beethoven , Mingus, The Doors, Robert Smith, Ian Curtis, non amiamo però gli elenchi, ogni cosa andrebbe spiegata.
  • Qual è il vostro approccio alla composizione? E’ difficile dare forma alle proprie idee?
    Non è difficile dare forma alle nostre idee, andiamo per approssimazioni successive partendo dal troncone iniziale che deve essere un’idea forte. Il metodo però è in continua evoluzione col tempo sembra tendere a semplificarsi.
  • Avete una fonte di ispirazione? (vale per tutti e tre)
    La realtà, l’attualità, la storia, la filosofia, e poi i CCCP, i Sonic Youth e tutti quei gruppi italiani che hanno dato alla definizione “nuova musica indipendente italiana” il giusto valore.
  • Ci parlate del video che avete realizzato? (Il trattamento speciale n.d.r.)
    L’ha girato Andrea Lesignoli, detto il Lesi, un nostro amico, che salutiamo, al Castello di Compiano (PR) ; è un po’ una rappresentazione grottesca della Restaurazione con i cappelli a cilindro, il bastone i vestiti romantici. Ma molti non sanno che, quando ci esibiamo, siamo vestiti pressapoco così. I cappelli li abbiamo trovati a 6 euro su e-bay e il resto sono dei nostri vestiti che abbiamo “truccato” un po’ per dare loro un po’ di “Storia”. Il video mette in scena un teatrino grottesco d’incomunicabilità e di pazzia sciocca. Mi sembra che ci sia anche un po’ di compiacimento buffo per il male, quell’atteggiamento tipico dei cattivi dei cartoni animati per bambini. I cattivi appositamente privi di credibilità per non spaventare i piccoli. Sì, potrebbe tranquillamente essere un cartone animato.
  • Cosa pensate del livello della musica in generale a livello globale?
    Parlare di livello risulta difficile quando si produce così tanto in continuazione. Si potrebbe dire che ogni 2 secondi, nel mondo qualcuno pubblica una canzone. E’ diventata una dimensione imponderabile. Se vogliamo invece parlare del mainstream, di quelli che occupano i media e guadagnano i soldi, il livello è penoso, infimo.
  • Come vedete la scena musicale di Parma?
    Buona, ci sono tanti bravi musicisti. C’è un po’ di tutto. E’ come la scena-mondo in piccolo (molto piccolo). Non aggiungiamo altro, Parma è una città troppo piccola. Il mondo è diventato troppo grande perché si parli di scena musicale parmigiana se non con le virgolette.
  • Potete avverare un desiderio. Quale?.
    Rimanere amici tra di noi per tantissimi anni.
  • Quando sarà pronto l’album? E come si chiamerà?
    L’album sarà pronto in primavera 2017 e si chiamerà… non lo possiamo dire (ma il nome c’è).

Grazie per la vostra musica e per averci regalato il vostro punto di vista.

Grazie a te e agli amici di Parmamusica.

Gilbert

gilbertcerbara

ottobre 19th, 2016

No comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *