Uncategorized

S/t EP– My Invisible Friend – Recensione a cura di Luca Garulli

S/t EP– My Invisible Friend – Recensione a cura di Luca Garulli

S/t EP– My Invisible Friend (Fuzz Club Records, 2016)
VOTO: 7,5/10
ASCOLTA: Eyes di Garulli Luca

E’ singolare ritrovarsi a neanche trent’anni con lo scomodo cerino dello svecchiamento di una scena, quella di Fidenza, ferma ai nitidi gorgheggi da futuro televisivo e alle spiccerie del sudore ramonesiano. Eppure al principio degli anni Zero qualcosa di buono s’intravedeva nelle gesta di due nomi, gli A Rebours e i Fancies, audaci smarcamenti sull’onda del Britpop post-Madchester.

Se i classici imprevisti della vita, distanze e tempi sempre meno coerenti, spensero i primi, nuove tensioni sonore piegarono i secondi a ragioni più eteree e colte, i My Invisible Friend appunto. Cristian Macchia e Annalisa Rizzardi, chitarra e basso con microfoni appresso, nel 2013 gestirono la transizione verso i pedali gaze di Jesus And Mary Chain e My Bloody Valentine, e dopo un live bolognese dei Telescopes arrivò Alex Lusignani, passato garage a 6 corde e una drum machine con sè.

La puntina che ora scende nel solco dell’omonima terna è il sunto di solidi dogmi, ingaggi di peso (l’ala Fuzz Club con New Candys, Sonic Jesus e Black Angels), molti live fuori provincia e recenti mandati kraut. L’opening Eyes, da tempo in Rete con fare virale, è la voce salvifica di Melody Prochet fra crateri in subbuglio e foschi urbanismi. Segue Endless, mood più cauto e diteggio liquido a disegnare vaste oasi rotte da squarci catartici a domare gli spettri da piattume.

Sleepless è l’intento teutonico col suo drumming convulso, voce da replicante e la sensazione che possano bastare 4 minuti densi per un pollice alto, ma ne arrivano altri 14 e le esili tastiere diamantine poco aggiungono a schemi ormai ovvi. Unica pecca di un esordio con propositi giusti e statura rara, i binari che hanno condotto l’illustratrice Isabella Bersellini a perdersi nelle aride dune buzzatiane in copertina. SET LIST Eyes Endless Sleepless

gilbertcerbara

gennaio 8th, 2017

No comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *